Cosa vedere nella Death Valley: le migliori escursioni

0
124

La Death Valley è uno dei parchi più grandi degli Stati Uniti e, contrariamente a quanto sembra a prima vista, non è solo un’enorme distesa desertica. La fauna e la flora sono particolarmente ricche. Scopriamo cosa vedere nalle Death Valley, quali punti non perdere durante il viaggio.

Conosciuta per i suoi paesaggi mozzafiato la scoperta della Death Valley National Park consente di ammirare vaste distese di valli desertiche, enormi dune di sabbia, incredibili formazioni geologiche plasmate da milioni di anni e numerosi canyon.

I paesaggi sono estremamente vari e l’esplorazione del parco può richiedere diversi giorni se vuoi scoprire le zone più remote. Ma la buona notizia è che anche con un solo giorno a disposizione, puoi visitare molti tra i più bei siti della mitica Valle della Morte!

Ecco i principali punti da vedere nella Death Valley:

Cosa vedere nella Death Valley

Bisogna dire che già l’andare da un sito all’altro è uno spettacolo in sé: l’azzurro del cielo, l’asfalto della strada che sembra estendersi all’infinito, la vastità della Valle che ti fa sentire (davvero) molto piccolo, questa sensazione di essere atterrato su Marte …

Il parco è molto grande, ma la parte più interessante è la parte meridionale. Le visite e le attività da non perdere sono:

  • Percorri la Badwater Road e goditi i diversi punti di interesse lungo questa rotta: Badwater, Devil’s Golf Course, Artist’s Drive, Artist’s Palette.
  • guarda il tramonto o l’alba su Zabriskie Point o Dante’s View.
  • esplorare le dune di sabbia di Mesquite Flat Sand Dunes.

Parte sud

Zabriskie Point

cosa-vedere-nella-death-valley-zabriskie-point

Si trova tra l’ingresso est del parco e il centro visitatori di Furnace Creek. Non ci sono parole, i panorami sono spettacolari e i colori che puoi vedere nelle foto, quasi non rendono giustizia alla realtà.

Dal parcheggio al punto panoramico ci sono circa 100 metri a piedi (in salita), e dal parcheggio si possono fare alcuni sentieri per visitare il Golden Canyon o fare il giro dei Badlands.

Artist’s Drive

cosa-vedere-nella-death-valley-artists-palette

Si trova 11 miglia a sud di Furnace Creek, al largo di Badwater Road. Artist’s Drive è una sinuosa strada a senso unico (chiusa ai veicoli lunghi oltre 7,7 m) che è particolarmente piacevole da attraversare, permettendoti di ammirare splendidi paesaggi.

A metà strada, puoi fermarti al punto panoramico Artist’s Palette, dove la roccia, carica di metalli come ferro o manganese, prende i colori dal rosso al verde, con sfumature arancioni e bianche.

Badwater Basin 

Le saline di Badwater Basin sono considerate il punto più basso del Nord America, con un’altezza di 86 metri sotto il livello del mare. Una volta vicino all’ingresso, guarda sul fianco della montagna per il cartello “sea level” per avere un’idea di quanto sia bassa questa valle.

Si tratta di un’enorme distesa di sale creata dall’acqua evaporata. Le saline si estendono a perdita d’occhio (5 miglia) quindi non è consigliabile arrivare fino in fondo. Appena la concentrazione di sale aumenta si iniziano a vedere i classici cerchi che si formano. Vieni ben preparato con crema solare, cappello e acqua. È una delle principali cose da vedere nella Death Valley.

Dante’s View

cosa-vedere-nella-death-valley-dante's-view

Questo è un punto panoramico, per il quale devi deviare un po’ dalla strada principale, la 190, ma ne vale la pena, poiché ti offre una vista spettacolare dell’intera valle. Dante’s View è uno dei punti più alti del parco (1600 m s.l.m) ed è il luogo ideale per farsi un’idea della bellezza naturale della Death Valley.

I panorami sono fantastici e qui è uno dei pochi luoghi dove si ha una buona ricezione del cellulare. In inverno, il clima può essere un po’ freddo a queste altezze, e i forti venti rendono la giacca d’obbligo.

Golden Canyon

L’inizio dell’escursione a Golden Canyon è lungo la CA178, tra l’uscita di Artist’s Drive e Furnace Creek. L’escursione di 2 miglia è facile e attraversa un canyon con sfumature giallo-arancio. Da fare alla fine della giornata per ottenere colori ancora più spettacolari.

Furnace Creek

È il centro visitatori della Valle de la Morte, dove potrai ritirare il giornale tipico del parco con una mappa inclusa. Troverai anche informazioni sulle condizioni meteorologiche del giorno e gli itinerari consigliati o meno. Potrai comprare un souvenir o anche qualcosa da mangiare se sei partito senza provviste.

Accanto al centro visitatori c’è una piccola stazione di servizio che consigliamo di usare solo se non hai fatto il pieno prima, dal momento che il gallone viene venduto al prezzo dell’oro. Quindi è meglio fare rifornimento prima di arrivare al parco!

Parte centrale

Mesquite Flat Sand Dunes

Si tratta di un’altra attrazione importante da vedere nella Death Valley. Queste vaste dune di sabbia si trovano da 2 a 3 chilometri a est di Stovepipe Wells Village e sono uno dei punti salienti della Valle della Morte. Cammina verso le dune più alte (30 m) per avere una bella visuale, ma cerca di andare all’alba o al tramonto per non soffrire il forte caldo delle ore centrali.

Indossa scarpe chiuse e comode; anche se le dune sono abbastanza solide e non affonderai nella sabbia ad ogni passo, la sabbia potrebbe entrarti nelle scarpe. Fai attenzione ai serpenti.

Mosaic Canyon

Si trova sulla Route 190. Molte persone si accontentano di camminare nell’entrata di questo canyon, abbastanza lontano da raggiungere la prima sezione stretta con le sue belle rocce lucide e sagomate. Tuttavia, sentiti libero di fare un’escursione più avanti se la famiglia ce la fa.

Darwin Falls

Si tratta di due cascate nel bel mezzo della Death Valley (anche se più difficili da raggiungere, le cascate superiori sono più impressionanti). Si trovano a ovest di Panamint Springs. Per arrivarci si deve percorrere una strada sterrata di 2,5 miglia per raggiungere il sentiero, poi camminare per 1 miglio fino alla cascata. Da fare se non vai di fretta.

Ballarat Ghost Town

Adori esplorare luoghi abbandonati? Ci sono diverse città fantasma da visitare nei dintorni della Valle della Morte. Ballarat, alla fine del 1800, ospitava da 400 a 500 persone, e funzionava principalmente come una città di rifornimento per cercatori e operai nelle miniere vicine. Era anche il posto dove venire per una festa, dato che era sede di almeno sette saloon. Oggi la maggior parte degli edifici originali è sparita, ma ce ne sono ancora alcuni da vedere.


Parte nord

Titus Canyon

L’escursione di 26 miglia attraverso il Titus Canyon è la combinazione di tutto ciò che rende interessante la Death Valley: rocce colorate, aspri pendii montuosi, scogliere a picco, piante rare, petroglifi – si passa anche dalla città fantasma di Rhyolite! Prima di andare, chiedete a un ranger informazioni su strada e condizioni meteorologiche, poiché il canyon è soggetto a inondazioni improvvise.

Racetrack Playa 

Racetrack Playa uno dei luoghi più misteriosi della Death Valley
Racetrack Playa, uno dei luoghi più misteriosi della Death Valley

The Racetrack Playa è uno dei luoghi più misteriosi della Death Valley! Questo è un lago asciutto, noto per le sue rocce mobili che si muovono da sole sulla sua superficie per ragioni che sono rimaste misteriose fino al 2014! Uno studio ha dimostrato che le pietre scivolano su sottili lastre di ghiaccio (siamo a 1130m di altitudine) grazie all’azione del vento.

Per arrivarci, devi lasciare Gravepine Peak a nord del parco e prendere Racetrack Road dopo il cratere Ubehebe. Si tratta di un percorso di 43 km su cui è consigliabile avere un 4 × 4 perché il percorso è noto per i suoi ciottoli affilati.

Scotty’s Castle

È un’enorme casa in stile ispanico che l’ingegnere Walter Scott ha costruito, presumibilmente con i soldi che ha ricavato dallo sfruttamento delle miniere della Valle della Morte. Attualmente la strada che arriva fino lì è stata danneggiata da forti piogge, quindi non sarai in grado di visitarla fino al 2020.

Cratere di Ubehebe

cosa-vedere-nella-death-valley-cratere

Vicino a Scotty’s Castle si trova un enorme cratere vulcanico (profondo 240 metri e 800 metri di diametro). Dal parcheggio si gode una vista meravigliosa. È anche possibile scendere nel cratere (la scalata sarà molto più difficile della discesa) o passeggiare lungo il bordo del cratere.

Cosa vedere nella Death Valley – Consigli di viaggio

Percorsi – Il Death Valley National Park è attraversato da numerosi sentieri, molti dei quali sono accessibili solo con 4 × 4. Seguire i percosri è un buon modo per scoprire il parco in profondità. Prima di iniziare la visita chiedi al Centro visitatori lo stato delle strade.

Fai attenzione alle temperature che in estate sono infernali e che impediscono ad alcuni di apprezzare appieno questo parco …

Conta un giorno (o 2 mezze giornate) per realizzare i punti panoramici principali e fare due o tre piccoli escursioni.

Pianifica, se possibile, di trascorrere almeno una notte nel parco per godersi il panorama al tramonto e all’alba.

Death Valley National Park è un parco isolato, difficile da combinare con altri siti. Il parco può essere un’interessante meta tra Las Vegas e l’ingresso est del parco nazionale di Yosemite.

Cosa vedere nella Death Valley – Panorama lungo la strada

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.