Sulle orme della Route 66, la strada più famosa del mondo

2
1043
Guidare negli Stati Uniti - La Route 66
Guidare negli Stati Uniti - La Route 66

La Route 66 è stata una delle prime highway federali, creata nel 1926 per collegare la parte orientale del continente nordamericano alla costa occidentale.

Questa strada ostinata seguiva linee diritte per decine di chilometri, correndo alla conquista dell’Occidente e di ampi spazi aperti, a volte verdi, a volte aridi.

Paesaggi straordinari che hanno sedotto il cinema (Easy Rider, Bagdad Café, Thelma e Louise …) e la letteratura (On the Road, The Raisins of Wrath – Furore).

La storia della Route 66

La US 66 fu creata nel 1926, ma la sua pavimentazione fu completata solo nel 1938. È durante gli anni ’30, periodo della Grande Depressione, che la strada iniziò a diventare la strada principale per i pionieri del XX secolo, diretti a ovest alla ricerca del sogno della California.

Man mano il suo traffico crebbe e divenne una delle strade preferite da percorrere sia per i luoghi che attraversava, sia per i suggestivi paesaggi. Gran parte del tracciato era pianeggiante e ciò la fece preferire dai guidatori di mezzi pesanti.

Ribattezzata “Main Street of America “o” Mother Road “dal romanziere John Steinbeck, la Route 66 srotolava la sua striscia di asfalto per oltre 3.670 km. Attraversava otto stati (Illinois, Missouri, Kansas, Oklahoma, Texas, New Mexico, Arizona, California) e tre fusi orari.

Durante la Seconda guerra mondiale, la già famosa Route 66, completamente asfaltata, divenne una delle strade più trafficate e servì anche per trasportare il materiale militare. Successivamente divenne la strada preferita per che si spostava verso Los Angeles per le vacanze.

Le attrazioni che si potevano raggiungere lungo il suo percorso, come il Painted Desert e il Grand Canyon nelle sue vicinanze, portarono ad un aumento vertiginoso del suo turismo.

La sua popolarità aiutò l’economia delle comunità attraverso le quali passava. Comunità che combatterono per tenere in vita la strada, dopo la nascita del nuovo Interstate Highway System, sistema che permetteva trasferimenti ad alta velocità.

La Route 66 parte da 85 Adams Street, proprio di fronte al Chicago Art Institute. Quindi viaggia attraverso otto stati: IllinoisMissouriKansasOklahomaTexasNew MexicoArizona e California

Gran parte del percorso originale è stato perso o deviato, e i punti di riferimento sopravvissuti sono sparpagliati. Ma si possono anche visitare i punti più importanti, anche se alcune volte occorrono piccole deviazioni lungo il tuo percorso.

Route 66 – Cadillac Ranch in Amarillo, Texas

Cosa rimane della Route 66 oggi? 

Dal 27 giugno 1986, la prima strada per attraversare gli Stati Uniti da costa a costa è stata cancellata dalla mappa, soppiantata da cinque autostrade: I-55 fra Chicago e San Louis, la I-44 fino a Oklahoma City, la I-40 fino a Barstow (California), la I-15 fino a San Bernardino ed infine la I-10 fino a Santa Monica.

Ora, ciò che resta della Route 66 è solo una serie di piccole strade con poco traffico, che cambiano i nomi ad ogni incrocio. Ma l’85% del layout originale è ancora praticabile.

E lungo la strada motel, diners, stazioni di servizio retrò, città fantasma sopravvissute alla corsa all’oro, ampi spazi aperti e paesaggi occidentali … ma anche città tentacolari e luoghi immortalati dalla musica e dal cinema: Chicago, St. Louis, Santa Fe, Santa Monica.

La Route 66 avrà vissuto a malapena sessant’anni ma il suo mito si rifiuta di morire. Infatti durante il viaggio sono state create delle segnalazioni da parte delle associazioni locali e, a volte, le sue insegne leggendarie sono ancora disegnate per terra.

Oggi, percorrere la Route 66 è una caccia al tesoro. Sebbene sia scomparsa in molti posti (sostituiti dagli Interstates), restano molti tratti dove gustare il mito.

Uno dei tratti più importanti e caratteristici è quella tra Barstow e Flagstaff, a est della California e a nord dell’Arizona, passando per le città di Oatman, Kingman, Seligman e Williams. 

Oggi, la Route 66 è un vero museo a cielo aperto. Più che una strada è una destinazione in sé.

Migliore tratto della Route 66

Il tratto Route 66 di circa 350 miglia comprese tra Barstow (CA) e Williams (AZ), includendo Baghdad Cafe, Kingman, Hackberry e Seligman è uno dei tratti più interessanti di ciò che resta della Mother Road. La Route 66 corre più o meno lungo l’Interstate 40.

Se si viaggia da Las Vegas al Grand Canyon (o viceversa), è assolutamente consigliato prendere la Route 66 tra Kingman e Seligman, piuttosto che l’Interstate. Assolutamente è molto più bella. Servono circa 2 ore per fare solo la parte Kingman – Seligman.

Viaggio sulla 66 e punti panoramici

La Route 66 attraversa paesaggi desertici, ma splendidi. Sono questi i paesaggi caratteristici che rappresentano davvero lo spirito mitico di questa strada. Lungo le sue dritte sezioni si ha la possibilità di ammirare i lunghi treni merci, apparentemente infiniti.

Sulla strada, qua e là, si trovano le famose scritte “Route 66” dipinte sul asfalto, ma sono poche e stanno diventando sempre più rare. La Route 66 va da Chicago a Los Angeles, ma la sua sezione in Arizona è la più bella e la più famosa.

In questa parte della Route 66, l’atmosfera degli anni ’50 e ’60 è al suo meglio. Ecco i migliori luoghi della strada da non perdere in Arizona.

Barstow

Situato a circa 2 ore da Los Angeles, Barstow consente di fare una breve pausa prima del deserto del Mojave e Las Vegas. Si può approfittare di questa fermata per visitare il Museo della strada madre, dedicato principalmente alla Route 66. La città è meglio conosciuta per i suoi outlet che offrono articoli a prezzi davvero convenienti.

Cafe Bagdad

Lasciando Barstow sulla Route 66, in direzione est, è consigliabile fermarsi al Baghdad Cafe, la location del film omonimo, pubblicato nel 1987, con la sua indimenticabile colonna sonora “I’m calling you”.

L’indirizzo esatto è 46548 National Trails Highway, Newberry Springs, CA. Le pareti sono piene di piccole parole lasciate dai clienti nel corso degli anni.

Oatman

Oatman si trova a 25 miglia a ovest di Kingman. Dopo essere diventata una città fantasma in seguito alla deviazione della Route 66, più a sud del 1953, il rinnovato interesse per questa parte della Route 66, ritenuta una delle più belle, ha rilanciato l’attività del villaggio che ha di nuovo un hotel, ristoranti, negozi di souvenir, …

Seligman

Visitando Seligman, sembra che il tempo si sia fermato. Si possono vedere i vecchi corpi delle auto lungo la strada, così come i modelli degli anni ’30 o ’60. Da visitare il Rusty Bolt, divertente negozio, per lo più memorabile per il suo esterno. Circa 20 manichini da showroom stranamente vestiti stanno sul marciapiede e sul tetto del suo portico.

Williams

Una piccola città uscita dal passato, Williams è un bel posto dove fare colazione prima di raggiungere il Grand Canyon o immergersi nell’atmosfera della Route 66 se non si ha la possibilità di percorrere la famosa Mother Road.

Attrazioni vicino alla Route 66

La sezione della Route 66 situata in California passa a poche miglia a sud della Riserva Nazionale del Mojave. Quando si visita l’area di Flagstaff, ci si trova nel cuore di un’area con molti luoghi interessanti:

  • Parco nazionale del Grand Canyon, Cascate Havasupai, Sunset Crater National Volcano Monument e Wupatki National Monument, a nord.
  • Sedona, sud.
  • Meteor Crater, a est.

Ad est dell’Arizona, la Route 66 attraversa il Parco Nazionale della Foresta Pietrificata e il Deserto Dipinto.

La famosa Route 66 negli Stati Uniti

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.