Come abituarsi al fuso orario in America e non avere problemi di jet lag

0
1164

Abituarsi al fuso orari degli Stati Uniti, possibilmente nel più breve tempo possibile, durante un viaggio negli Usa è estremante importante. Il fuso orario degli Stati Uniti va da meno 6 ore per gli Stati della costa est per destinazioni come New York, Boston, Washington o Florida (Miami, Orlando, …), a meno 9 ore per gli Stati della costa ovest come la California (San Francisco, Los Angeles, …).

Insomma, una bella differenza rispetto al fuso orario in Italia, ma non preoccupatevi, per fortuna l’organismo si abitua molto più velocemente nei viaggi verso ovest rispetto a quelli verso est. Per non avere problemi di jet lag durante la vacanza, è consigliabile i primi giorni non andare a letto presto, anche se la stanchezza è tanta e quello che più si desidera è sdraiarsi sul comodo letto dell’hotel.

Consigli per abituarsi al nuovo fuso orario

Nei giorni prima della partenza può essere utile impostare qualche orologio con l’orario della destinazione del viaggio e della vacanza. Per un viaggio verso gli Stati Uniti può essere utile andare a dormire più tardi e svegliarsi anche più tardi, se non ci sono problemi di impegno. Anche tutte le altre attività come pranzo e cena sarebbe meglio ritardarle.

Andare a dormire presto è un errore assolutamente da evitare, se si riesce. Se vi va a dormire presto si rischia di svegliarsi in piena notte (americana), specialmente se il viaggio è nella parte ovest degli Stati Uniti. Ad esempio, alle ore 15:00 in California sarebbe mezzanotte in Italia e nei primi giorni si potrebbe già aver sono a quell’ora, ma addormentarsi il pomeriggio si rischierebbe poi di svegliarsi a mezzanotte o poco dopo e passare la notte in bianco.

Per esempio, per un viaggio a New York, consigliamo la prima sera di fare un’escursione notturna sull’Empire State Building. Il bellissimo panorama dall’alto di questo storico e romantico grattacielo vi farà dimenticare il sonno e la camera d’albergo, magari abbinando una passeggiata a Broadway o a Times Square.

Per avere un’idea del fuso orario delle principali destinazioni e mete turistiche degli Stati Uniti potrebbe esservi utile sapere che se ad esempio si ha l’abitudine di andare a letto alle ore 23:00, a New York, Boston Washington, Miami, Orlando e Cascate del Niagara saranno le ore 17:00, a Las Vegas, Grand Canyon e Monument Valley saranno le ore 15:00 e addirittura le ore 14:00 a Los Angeles, San Francisco o San Diego.

In poche parole, dunque non “ascoltate” il vostro classico ritmo biologico “italiano”, specialmente nei primi giorni di viaggio o vacanza negli Stati Uniti, vi ritroverete ad andare a letto il pomeriggio e vi sveglierete in piena notte.

Per abituarsi al fuso orari americano è molto importante, specie nei primi giorni, non andare a letto presto e non mangiare molto a pranzo e a cena. Se possibile, inserire negli orari serali passeggiate, attrazioni ed attività interessanti, in questo modo vi dimenticherete del sonno.

Attenzione: nei primi giorni guidare nelle ore serali e notturne, potrebbe essere pericoloso. La sonnolenza può rallentare i riflessi di guida, essenziali per guidare in strade e zone non conosciute e con alcuni segnali stradali differenti. La guida negli USA richiede molta attenzione sempre, specialmente nelle ore serali.

Statua della Libertà con sfondo lo skyline di New York – Foto di Pierre Blaché da Pixabay

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.